Quando siamo giovani ci sentiamo invincibili e niente ci porta a riflettere su eventuali pericoli. Il cibo freddo da frigorifero è uno di quei pericoli che non conosciamo e sul quale non ci soffermiamo mai, fino a quando non stiamo male. Facciamo attenzione al cibo freddo di frigorifero, può essere molto pericoloso !  Vediamo cosa fare nell’immediato.

Una congestione per aver mangiato un’amasake freddo di frigorifero alle ore 23.  Alle ore 4,30 pallore, sudori freddi, vomito e mancamento. I figli preoccupano anche quando sono grandi. Purtroppo la stagione ci predispone a queste “bravate”,  ai primi caldi subito si sente la necessità di qualcosa di freddo, e così non ci si pensa. A questo si è unito il fatto che durante la notte si è abbassata la temperatura, e un colpo di aria sicuramente non ha migliorato la situazione.

Il rimedio in cucina da  fare subito:

  • sale caldo sulla pancia
  • mezza prugna umeboshi per nausea e vomito

poi

  • crema di riso per una giornata
  • Preparate del te kukicha caldo con un cucchiaino di acidulato umeboshi, il sapore acido ha un azione di contenimento dei liquidi organici, inoltre,  nello specifico aiuta a portare l’energia verso il basso.

Preparazione: in una padella scaldare circa un kg di sale (io mi trovo meglio con quello grosso) finché non sarà diventato molto caldo. Avvolgetelo in un telo di cotono o in un sacchetto (io uso le federe dei cuscinetti), purché la stoffa sia forte e di spessore.  Se dovesse risultare troppo caldo, avvolgetelo con un altro strofinaccio di cotone. Applicate l’impacco sulla zona stomaco (intestino) fino a quando non si è raffreddato.

Effetti: lo scopo di questo impacco  è di dare calore e mantenerlo all’interno.

Indicazioni:

  • per calmare dolori addominali
  • per arrestare la diarrea
  • come antidolorifico generale.

Controindicazioni: evitare di applicare  l’impacco su zone infiammate.

rimedio in cucina per la nausea prugne umeboshi

Il nome deriva dall’unione delle due parole boshi “secco” e ume “prugna”, ovvero prugna essiccata. Si tratta di una specie di albicocca (Prunus armeniaca) che viene raccolta prima di giungere a maturazione (fine maggio). Le umeboshi vengono sottoposte a un processo di fermentazione con l’aggiunta di sale e foglie “shiso” (Laminum purpureum), dove vi rimangono per un anno o anche più affinché possano assorbire le energie di tutte e quattro le stagioni. Le umeboshi hanno proprietà terapeutiche veramente interessanti, sono alcalinizzanti e ricche di acido citrico e fosforico. Hanno proprietà interessanti, e per il problema  specifico:

  • disturbi di stomaco
  • nausea
  • inappetenza
  • vomito

Crema di riso

Per la crema di riso vi lascio al video con la spiegazione scientifica dei sui effetti.

P.S.  normalmente con l’applicazione di sale caldo la sensazione di  miglioramento è immediato, se non dovesse passare il malessere rivolgetevi subito ad un medico.