Regimen Sanitatis

Un modello culturale tra arte e cultura del cibo

ARTE & CULTURA DEL CIBO

Chi Siamo

Per gli studi d’ arte che ha intrapreso Alessia Stefania, presidente dell’associazione, nonostante la sua giovane età, prende la decisione, assieme al direttivo, di dirigere una nuova associazione che vuole abbracciare un modello culturale che si sviluppa tra arte e cultura del cibo.

sito in costruzione

Cultura alimentare

Diffondere la cultura alimentare nella tradizione dei luoghi nel mondo giovanile e non;

Ampliare la conoscenza della cultura alimentare in relazione alla salute attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;

Allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, in campo alimentare affinché sappiano trasmettere l’amore per la cultura alimentare come un benessere per la persona ed un valore sociale aggiunto;

Proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;

Porsi come punto di riferimento per quanti, svantaggiati, malati o portatori di handicap, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni dell’educazione alimentare, un sollievo al proprio disagio

Cultura artistica

Diffondere e sensibilizzare l’arte e la sua cultura attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;

Porsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;

Porsi come punto di riferimento.

(Il mangiafagioli di Carracci. Realizzato dal pittore bolognese tra il 1584 e il 1585 è ora custodito nella galleria di Palazzo Colonna a Roma).

Cultura filosofica e medicina antica

Diffondere la cultura della medicina nelle saggezze antiche, nel suo aspetto filosofico/esoterico;

Ampliarne la conoscenza della cultura alimentare in relazione alla salute psicofisica attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;

Allargare gli orizzonti didattici a medici, amatori, educatori;

Proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di inte- ressi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;

Porsi come punto di riferimento.