“Lo Zen Macrobiotico o l’arte del ringiovanimento e della longevità” di Ohsawa, è un libro semplice come tutti i suoi libri, diretto, come solo lui sa essere, e pieno di spunti di riflessione.

È un libro che ti svela la strada da percorrere per arrivare ad essere felice e longevo: ma  intraprendere questo percorso non è affatto semplice. La sorprendente domanda che l’Imperatore Giallo[1](epoca ipotetica del suo regno  2697 al 2597 a.C.)  rivolge a Qi Bo[2] chiedendogli come mai gli uomini di “oggigiorno”, a metà strada dei Cento anni, hanno un declino della loro attività, fa riflettere, ma  ancora di più fa riflettere la risposta di Qi Bo:

“Per gli uomini di oggi, niente di tutto ciò[3]. Dell’alcool, fanno la loro minestra, della cattiva condotta la loro norma; entrano completamente ubriachi nella camera da letto, lasciano che le passioni prosciughino le loro essenze[4] e la dissolutezza dilapidi la loro Autenticità[5]; incapaci di mantenere la loro pienezza, conducono i loro spiriti a sproposito, con l’affaccendamento eccitano il loro cuore[6] ….”

Quindi, se già allora praticare le buone abitudini non era semplice e non era da tutti, figuriamoci oggi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati.

Puoi abbonarti visitando la pagina relativa, oppure effettuare il login se sei già abbonato.