Era il 2003 quando,  Michio Kushi,  uno dei massimi esponenti della Macrobiotica, è venuto in Italia e nella sua conferenza ha  spiegato in modo estremamente chiaro come siamo arrivati ad avere tutte queste malattie di tipo degenerativo. Ho cercato di riassumere tutto in un articolo, sperando di averlo fatto in modo comprensibile.

Facciamo un passo indietro … anche due!

Andando indietro giusto di qualche miliardo di anni, Il nostro pianeta era una massa gassosa che gradualmente si è evoluta cominciando a formare l’atmosfera e la terra; era presente una quantità importante di umidità,  unitamente a grandi eruzioni vulcaniche e diversi tipi di gas che si sprigiovavano (ammoniaca, zolfo, solfuri e varie forme di liquidi) portavando dei continui cambiamenti.

Nella terra primordiale cioè circa 40 miliardi di anni fa, i virus erano la forma di vita dominante, cioè la prima forma di vita. La terra ha cominciato a solidificarsi e la temperatura  a raffreddarsi e i virus si sono raccolti concentrandosi in forme più organizzate “i batteri”. L’unione di molti virus formano un  battere.

Nel Mare antico, con una base molto più acida rispetto a quello che noi conosciamo (cioè salato e quindi alcalino), gli organismi presenti hanno continuato la loro trasformazione formando delle cellule sempre più evolute e a mano a mano che gli oceanii si mineralizzavano attraverso le pioggie, le cellule hanno cominciato a formarsi in organismi multicellulari.

Con la continua mineralizzazione dei mari si sono formati i primi esseri invertebrati con strutura cartilaginea e poi i pesci con struttura ossea e, in tutta questa evoluzione, sono passati 3 miliardi di anni

Riepilogando:

evoluzione pianeta Terra

 

4 miliardi di anni fa sbarcarono sulla terra le prime forme di vita animale adattandosi al nuovo ambiente in tempi diversi:” La terra era paludosa ecco quindi gli anfibi”.

Il clima formatosi ha cominciato a sviluppare forme vegetali enormi con piante altissime e foglie grandissime mentre nel regno animale ecco apparire i dinosauri.

Il raffreddamento della terra avanzava e quindi tutto doveva modificarsi in una condensazione sia vegetale che animale per poter sopravvivere ( un elemento espanso ha una perdita di calore maggiore rispetto ad un elemento condensato), quindi i dinosauri sparirono e iniziarono ad apparire i primi nostri antenati.

Il pianeta si raffreddava sempre di più e le forme di vita continuarono a condensarsi e sugli alberi cominciarono ad apparire i frutti  e gli animali dovettero adattarsi a prendere il cibo sugli alberi; ed ecco le scimmie e primati.

Con  la glaciazione  le piante si sono evolute formando parti più dure come i tronchi e i frutti si sono evoluti in semi:

I CEREALI INTEGRALI

Mangiando cereali integrali l’essere umano si è evoluto. Di li a poco la scoperta del fuoco.

Tutto questo avvenne circa 1,7 milioni di anni fa.

L’uomo è l’unico animale che cucina il cibo e questo gli ha dato la possibilità di abitare gran parte del pianeta e soprattutto di  creare armonia con l’ambiente in cui viveva. Tutto questo grazie al fuoco.

Il cereale ha accompagnato l’uomo nella sua evoluzione, tranne nei luoghi polari dove, per cause ovvie, il cibo principale è la carne, mentre Il 95% dell’umanità si nutre di cereale.

Rispetto all’ambiente esistente, al tempo  dei virus come forma di vita predominante, ora il clima è più freddo e anche l’acqua è più alcalina. Fino a un secolo fa l’alimentazione era molto diversa, si mangiavano cereali integrali, legumi, verdure del luogo, di tanto in tanto della carne e del formaggio, nelle zone costiere italiane  si consumavano le alghe (ancora oggi in alcune zone d’Italia) il tutto ricco di Sali minerali.

Oggi l’alimentazione  è completamente cambiata:

  • Le verdure coltivate con i fertilizzanti e cosparse poi di pesticidi hanno meno minerali.
  • Il cibo raffinato è impoverito anche dei minerali(e non solo), tutto il cibo moderno è impoverito di minerali e quindi ha meno forza.
  • Inoltre va aggiunto l’aumento esponenziale del consumo di zucchero raffinato che rende deboli, bevande gassate che rendono il sangue debole e impoveriscono l’organismo di minerali. Latte e latticini rendono il sangue appiccicoso, acido e debole. Carne e cibi animali contribuiscono all’acidosi del sangue.

Il risultato è che di generazione in generazione il sangue diventa più acido, rispecchiando quel mare e quell’ambiente dove i virus vivevano come forma predominante.

Il processo di composizione e di unione ottenuto partendo dai virus, agli organismi multicellulari fino all’uomo ottenuto da un processo di alcalinizzazione, si stà invertendo. Stiamo andando da un processo di alcalinizzazione ad uno di acidificazione e se il primo processo ha unito le cellule, il le sta  disgregando fino a tornare ai virus. L’osteoporosi è un processo di degenerazione,  cioè di divisione cellulare,  esattamente come il cancro . Per proteggere se stesso il corpo elimina attraverso la pelle;  ed ecco le allergie che aumentano. Nonostante tutte le ricerche che correlano l’alimentazione alle malattie degenerative, c’è  ancora una forma di incredulità/resistenza e ci si continua ad  alimentare in modo  sbagliato, e così facendo si sta nutrendo  la nostra degenerazione e degenerescenza.

La cellula che comincia la sua disgregazione produce essa stessa il battere, il quale produce il virus. La decomposizione cellulare a tutti i livelli ha come prodotto finale batteri e virus  che noi stessi stiamo generando, o accogliendo con più facilità, ammalandoci. Non è difficile da verificare, se noi tiriamo fuori della carne dal frigorifero, in particolare d’estate, presto la stessa comincerà a puzzare per un processo di putrefazione creando una serie di batteri. Il caldo e l’umido causa rapida decomposizione e il corpo biologico evoluto si decompone producendo batteri e virus.

Se noi mangiamo  cibi riscaldanti e umidi all’interno del nostro organismo, prepariamo un terreno adatto alla proliferazione di batteri  innescando un processo di degenerazione sino ad arrivare alla  creazione  di virus. Il fegato è l’organo che più subisce gli eccessi di una dieta squilibrata ed è il primo a manifestarla. Esso disintossica l’organismo e per purificarlo da tutte le tossine alza la temperatura creando un fuoco interno.

Michio Kushi asserisce inoltre che  il contagio avviene semplicemente tra persone che mangiano nello stesso modo ma,  chi si alimenta in modo corretto (secondo l’ordine dell’universo)  non viene contagiato. Certo è, che alimentarsi in modo corretto, oggi ha molte interpretazioni, e le persone sono molto confuse, ma  questa confusione è data dall’allontanamento totale nei confronti della natura che non ci permette di comprendere cosa è giusto e cosa no.

Questo pensiero è molto forte, ma rende l’importanza che gli orientali danno all’Ordine dell’Universo:

“In Oriente si pensa che chi commette un crimine è una persona da compatire perché non educata nel modo giusto,  ma il vero criminale da  emarginare  e indegno di essere aiutato, è la persona che si ammala, perché non ha capito l’Ordine dell’Universo”.

 

Elena Alquati food consultant