Macrobiotica: gli schemi un punto di riferimento

In Filosofia dell'alimentazioneby Elena Alquati3 Comments

Yin e Yang sono l’ espressione del dinamismo, insegnano che tutto cambia, tutto evolve, nulla resta uguale, e le 12 leggi del mutamento racchiudono questa concezione: sono il  punto di forza della macrobiotica.

gli schemi yin yang sono importanti per avere un orientamento, esattamente come nel deserto

Nell’ articolo precedente  ho scritto che  non dovrebbero esistere schemi, ma questi stessi schemi sono fondamentali per darci dei punti di riferimento necessari ad iniziare a comprendere una cultura diversa dalla nostra. E’ importante  però non attaccarsi ad essi, e lasciare che le cose cambino e si trasformino. Yin e Yang sono l’espressione del dinamismo ed è proprio questo quello che ci insegnano: tutto cambia, tutto evolve.

le 12 leggi del mutamento

1 l’Universo si manifesta sotto forma di Yin e Yang;

2 l’Universo manifesta Yin Yang;

3 Yin rappresenta la forza centrifuga, Yang la forza centripeta. Insieme producono energia di tutti i fenomeni;

4 Yin attira Yang, Yang attira Yin;

5 Yin respinge Yin e Yang respinge Yang;

6 Yin e Yang combinati in proporzioni diverse producono fenomeni diversi. L’attrazione e la repulsione tra i fenomeni sono proporzionali al diverso rapporto di Yin e Yang;

7 tutto è relativo. Yin si trasforma in Yang e Yang si trasforma in Yin;

8 nulla è solo Yin e nulla è solo Yang;

9 nulla è neutro;

10 il grande Yin attira il piccolo Yin. Il grande Yang attira il piccolo Yang;

11 Yin produce Yang e Yang produce Yin;

12 tutte le manifestazioni fisiche sono Yang al loro centro e Yin alla periferia

spirale simbolo yin yang

Queste leggi esprimono il massimo della comprensione del dinamismo e il messaggio che  dobbiamo far passare è proprio questo: tutto cambia, nulla resta uguale. Il dinamismo è il punto di forza della macrobiotica e queste regole devono insegnarci l’importanza del mutamento. Yin e Yang sono due forze antagoniste e complementari e sono la dinamica della perpetua trasformazione dell’Universo.

Yin Yang e la loro manifestazione

Yin e Yang non consentono una classificazione immutabile dei fenomeni e di tutte le cose, ma li definiscono per relazione e contrasto. Esse si manifestano in proporzioni diverse che daranno origine a manifestazioni e fenomeni differenti. Quando un fenomeno arriva all’ espressione massima di una delle due forze, ecco che si trasforma nel suo opposto: Yin si trasforma in Yang e Yang si trasforma in Yin.

“Il freddo, all’acme, produce il caldo; il caldo, all’acme, produce il freddo” (Suwen)

Un esempio?  Vi è mai capitato di prendere un violento colpo di freddo e finire a letto con un febbrone?

Scegliere La Giusta Strada

Un appunto sul  punto 10, “il grande Yin attira il piccolo Yin…”. Non è stato facile avere una spiegazione, nemmeno dai grandi maestri della macrobiotica, ma  leggendo un libro di Ohsawa, sono arrivata alla sua comprensione, e vi cito direttamente quanto scritto:

“Lo Yang attrae inevitabilmente lo Yin. Dal momento che si diventa Yang, si attira continuamente lo Yin . Ma esistono due Yin, il grande Yin ed il piccolo Yin. Se ci si unisce al grande Yin, si diventa forti; se ci si unisce al piccolo Yin, inevitabilmente si va in rovina (Ohsawa usa spesso espressioni così forti). Grande Yin significa grande anima o grande spiritualità; piccolo Yin significa piccolo corpo. Queste sono le due strade in cui spesso ci si smarrisce. Se si sbaglia strada si è perduti, se invece si imbocca la buona strada, si diventa sempre più felici. Non capita soltanto una volta o due nella vita di trovarsi al bivio tra queste due strade, quest’incontro si verifica ogni anno, ogni mese, ogni giorno, ogni istante… Il grande Yin è la via verso un mondo elevato, il cui pendio è molto scosceso, mentre il piccolo Yin è una discesa verso un piccolo mondo posto in basso. Ci si può scivolare con un solo movimento. In altre parole la prima è la via del giudizio supremo, la seconda è la via del piacere materiale”.

Mi hanno anche insegnato che più ci si eleva e più veniamo messi alla prova, e perdere il centro è molto facile. C’è una cosa però che ci aiuta a ritrovare il centro: auto riflessione e umiltà, e così si riprende la via.

Tab. 1 – Prima suddivisione di categoria
Yin Yang
Regno vegetale Regno animale
Immobile Mobile
Forme espanse Unità compatte
Temperatura bassa Temperatura alta
Clorofilla verde Sangue rosso

Riconoscere i cibi       

Ma parliamo di cibo. Spesso mi chiedono come si classificano i cibi Yin e i cibi Yang. Questo argomento è spiegato molto bene nel testo “Il Grande libro dell’Eco dieta”, di Carlo Guglielmo. Ma vediamo insieme come riconoscere i cibi Yin dai cibi Yang, iniziando con una suddivisione per categorie, come mostrato in tabella 1.

In seconda battuta è necessario delimitare il contesto, in quanto all’interno di ogni specie c’è una differenziazione ulteriore. Abbiamo detto che nulla è solo Yin o solo Yang, quindi ogni alimento manifesterà la sua caratteristica prevalente: pur parlando di mondo vegetale, quindi

Yin, la mela sarà Yang rispetto all’uva, ma la carota sarà più Yang della mela. Già, ma perché se la carota e la mela sono tutte due vegetali e tutte e due compatte, la carota è più Yang della mela? Ciò che cresce sotto il livello del suolo (manifestazione verso il basso = Yang), è più Yang di ciò che cresce in alto (manifestazione verso l’alto = Yin).

Terzo punto il regno animale. Gli animali che sono classificati Yang, si possono suddividere tra animali che vivono sulla terra che sono più Yang di quelli che vivono in acqua che sono più Yin. Gli animali di dimensioni più grandi (espansi) come ad esempio la mucca, sono più Yin di quelli più piccoli (contratti), come ad esempio il coniglio.

Il quarto punto riguarda tutta una serie di altre considerazioni, riassunte in tabella 2. Ci sono però dei cibi che si manifestano in maniera “violenta “ sul nostro organismo, e si definiscono cibi estremamente Yin e cibi estremamente Yang. “Il nuovo libro della macrobiotica” di Michio Kushi riporta l’elenco completo, io mi limito a citarne solo alcuni, perché di questi abbiamo un grande riscontro del mondo scientifico.

Cibi estremamente espansivi. Patate, bibite aromatiche gasate e zuccherate, soft drink, riso brillato, farina bianca (0 – 00), cereali raffinati, cibi contenenti additivi, coloranti, aromatizzanti artificiali, emulsionanti artificiali, conservanti artificiali, stabilizzanti chimici, vitamine sintetiche, integratori supplementari, grassi idrogenati, oli raffinati, latticini, zucchero raffinato, zucchero di canna, aspartame, destrosio, fruttosio, glucosio, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

Cibi estremamente contrattivi.

Sale raffinato, sale iodato, sale marino grezzo, carni rosse, carni conservate (salumi), formaggi stagionati. Invito chi non ha conoscenza degli effetti dei cibi citati, ad informarsi. La letteratura scientifica ha fatto veramente dei passi da gigante e le informazioni scientifiche sono molto allineate ( WCRF – 2007 – Codice Europeo contro il cancro ottobre 2014 ). Al prossimo appuntamento vedremo come equilibrare i cibi in cucina e come iniziare questo cambiamento.

Tab. 2 – Altre classificazioni

  Yang Yin
Bibite Calde, non aromatiche, non stimolanti. Fredde, aromatiche, stimolanti
Zucchero Grezzo Raffinato
Semi Piccoli Grandi
Vegetali Radici e ortaggi rotondi Foglie verdi
Legumi Piccoli Grandi
Cereali Chicchi piccoli che crescono

nei climi freddi

Chicchi grandi che crescono nei climi

caldi

Pesci Piccoli che si muovono

rapidamente

Grandi che si muovono lentamente
Pollame-volatili Piccoli che volano alto Grandi che volano basso
Latticini Duri, salati, poco grassi Molli, dolci, grassi
Carne rossa Meno grassa Più grassa
Uova Piccole Grandi
Sale Raffinato Grezzo
Metodi di cottura Pressione, forno, fritta, padella Crudo, poco cotto, vapore, bollita
Tempo di cottura Lungo Breve
Condimenti  

Più salato con meno olio, meno  spezie, meno aceto

 

Meno salato, più olio, più spezie più aceto

Quantità di cibo Minore Maggiore

Articolo già pubblicato sulla rivista DBN

 

 

 

 

Comments

  1. Salve Elena,le pongo una domanda:
    Quali sono i cibi che provocano l’ accumulo di umidità-calore nell’ organismo?Quali sono invece quelli che aiutano a smaltirlo? Grazie

    1. Author

      Caro Stefano,
      a breve pubblicherò un articolo dove cercherò di spiegare il significato di umidità in relazione al cibo.
      Grazie per essere sempre presente. Un caro saluto Elena

Leave a Comment