… ma risolvere i problemi è essenziale.

Appello alle istituzioni

Siamo in grave emergenza, è vero, e in questo momento molto delicato, siamo chiamati a rimanere in casa, dove i numerosi spot ci ripetono continuamente le 5 regole comportamentali per contenere il virus, e mi raccomando, seguiamo queste regole.

Certo che il nostro governo si trova a gestire un emergenza molto forte,  dove sono state assunte delle posizioni importanti e senza precedenti, almeno da quando sono nata io.

Prevenzione però non è solo stare chiusi in casa e seguire le 5 regole, è anche e soprattutto scegliere cosa mangiare per rafforzare il nostro organismo;  purtroppo dalle istituzioni poco o nulla trapela in questa direzione, e sappiamo bene che mangiare sano riduce il rischio di ammalarci di tutte le malattia.

Sul piano d’azione nessuna presa di posizione su scelte politiche necessarie a migliorare lo stile di vita e per estensione la salute degli italiani con un programma di prevenzione. Eppure vi assicuro che le nostre linee guida nazionali per la prevenzione, linee guida regionali per la prevenzione e le ultime linee guida ministeriali sull’ alimentazione e stili di vita, sono fatte veramente molto bene.  

E allora perché non si procede con una massiccia campagna informativa esattamente  come si sta facendo ora?

Ho visto supermercati con i reparti di bevande zuccherate svuotati: ” le bevande zuccherate non sono la radice della tradizione italiana, sono un grave danno alla salute degli italiani!

 “il diritto all’ alimentazione (adeguata) è implicito nel nostro ordinamento e ogni qualvolta la malnutrizione (generalmente parlando) è tale da degradare l’essere umano, si ha una violazione della dignità umana che va tutelata”

Per questo motivo  chiedo al governo di disporre una forte presa di posizione che informi gli italiani che mangiare bene e mangiare cibo spazzatura, compreso le bevande zuccherate,  fa una grande differenza tra ammalarci e ridurre le possibilità di ammalarci.

E’ vero, siamo in grave emergenza, ma non è possibile proseguire su una strada che continua a mettere delle toppe ai problemi che emergono, senza mai pensare a come risolverli alla radice. Un giorno non sapremo più come intervenire perché il buco che avremo creato sarà troppo grosso.


https://www.youtube.com/watch?v=InLn1lo9pK4&t=41s
Elena Alquati